E sono 10. Anche la We’re Basket Ortona deve chinare il capo alla schiacciasassi XL EXTRALIGHT®, che chiude con una vittoria nell’ultima partita casalinga del 2016. Non inganni però il risultato finale, maturato solo nell’ultima frazione di gioco. Gli abruzzesi, pur ridotti all’osso per gli infortuni di Musso e Mlinar e perdendo pure strada facendo un Gialloreto che aveva fatto faville nei primi due quarti, hanno venduto cara la pelle, tenendo botta almeno fino al terzo periodo. Alla lunga, però, la maggiore qualità dei gialloblu è venuta fuori e per Ortona non c’è stata più nulla da fare.

La partita è scorsa via in maniera simile alle prestazioni recenti dei gialloblu. L’avvio sonnacchioso soprattutto a rimbalzo, dove Martone fa la voce grossa, concede ad una We’re spavalda di prendere subito le redini del match (5-11 al 5’). È l’ingresso di Bedetti e Paesano a dare ai veregrensi l’energia giusta. I gialloblu si rimettono in carreggiata a cavallo tra primo e secondo periodo e provano la prima spallata a ridosso dell’intervallo lungo, con Broglia a firmare il massimo vantaggio gialloblu sul +9 (38-29 al 19’) contro una Ortona che, perso pure Gialloreto per distorsione alla caviglia, cerca come più di non mollare la presa. Una tripla dell’ex di turno Diomede dà il +13 alla Poderosa a metà terzo periodo (57-44 al 26’) ma non è ancora il colpo del ko per la gagliarda formazione abruzzese. Le picconate finali, dopo una partita a litigare con i ferri della Bombonera, come contro Rimini e San Severo le dà ancora una volta Gueye: le sue due triple spediscono la Poderosa a +18 (73-55 al 36’) e mandano i titoli di coda sul match. Un bel viatico in vista del derby di domenica pomeriggio (ore 18) a Porto Sant’Elpidio contro la Malloni.

Questo il commento di coach Ceccarelli a fine partita: “Innanzitutto voglio fare i complimenti a Ortona che nonostante la sfortuna ha giocato una partita intensa e a viso aperto. Perdere pure Gialloreto dopo due quarti, oltre alle assenze di Musso e Mlinar, è davvero dura. Sono sicuro che a gennaio, quando saranno al completo, saranno una squadra molto temibile, contro la quale sarà difficile vincere. Noi abbiamo seguito il canovaccio delle ultime partite, solo che invece di sonnecchiare per 10’ lo abbiamo fatto per 16’. Ma non è mai scontato vincere di 20 e ci fa molto piacere soprattutto perché continuiamo a subirne 60 in difesa. Abbiamo sbagliato parecchi tiri aperti costruiti bene ma per quelli c’è solo da continuare a prenderli con fiducia. Se invece del 28% avessimo tirato il 35% da 3 avremmo chiuso avanti di 15 all’intervallo e sarebbe stata un’altra partita. Sono comunque contento per la prestazione offensiva dei ragazzi, visto che anche stavolta mandiamo cinque giocatori in doppia cifra e altri tre con almeno sei punti. Ora iniziamo a pensare a domenica, a Porto Sant’Elpidio ad una partita contro una squadra che in casa si trasforma. Vorranno dimostrare qualcosa, da quello che sento sembra sia la partita della vita per loro. Per noi sono due punti difficilissimi da andare a prendersi in trasferta ma importanti per continuare il nostro cammino”.

 

XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO-WE’RE BASKET ORTONA 80-60

MONTEGRANARO: Dip 11, Ortenzi, Paesano 11, Rivali 6, Bedetti 12, Broglia 15, Callara, Di Viccaro 6, Gueye 12, Diomede 7. All.: Ceccarelli.

ORTONA: Mlinar ne, Abassi, G. Di Carmine 9, Gialloreto 11, Svoboda 16, Agostinone 4, Martone 4, A. Di Carmine, Martelli 6, Castelluccia 10. All.: Quilici.

ARBITRI: Claudio Borrelli di Cercola (NA) e Biagio Napolitano di Quarto (NA).

PARZIALI: 19-19, 19-14, 20-14, 22-13.