Missione compiuta. La XL EXTRALIGHT® torna da Bergamo con una vittoria che cancella la beffa contro Mantova ma, soprattutto, consegna ai gialloblu il secondo posto in solitaria alle spalle dell’inarrestabile Trieste. Non è stato per niente facile però per la squadra di coach Ceccarelli, specie quando, a metà terzo quarto, l’espulsione di un fin lì dominante Powell (fallo di reazione su Mascherpa) poteva destabilizzare una Poderosa fin lì tenuta in scacco dai pimpanti orobici. Ed invece proprio nel momento del bisogno i veregrensi hanno serrato le fila e trovato tante energie supplementari da ognuno dei suoi ragazzi. Il condottiero Rivali ha suonato la carica coi 7 punti in fila che hanno fatto da elettroshock, poi è stato Maspero a ricacciare indietro la risposta bergamasca sul finire del terzo periodo. Nel quarto quarto i preziosi Treier e Gueye ci hanno messo lo zampino con difesa e canestri pesanti, poi a chiudere i conti ovviamente ecco la classe di Corbett e Amoroso per mettere il sigillo sul successo gialloblu.

Come anticipato, Bergamo, priva di capitan Ferri, comunque non ha certo messo la gara sul piatto d’argento alla XL EXTRALIGHT®. I padroni di casa, affamati di punti in ottica salvezza, hanno condotto praticamente per tutto il primo tempo, martellando la palla sotto con un Bergstedt dominante (29 punti e 10 rimbalzi) e toccando anche il +7 (39-32 al 16’) con la sua spalla prediletta Fattori. La Poderosa rintuzza poco prima dell’intervallo riuscendo addirittura a chiudere avanti con un canestro a fil di sirena di capitan Amoroso alle soglie dell’intervallo lungo (39-41), ma quando nel cuore del terzo periodo Powell viene mandato negli spogliatoi dell’arbitro dopo aver reagito in malo modo ad un contatto con Mascherpa sembra mettersi a brutto per i veregrensi. Ed invece i gialloblu si ricompattano proprio nel momento del bisogno, provando a scappare all’inizio del quarto periodo (60-71 al 31’ con canestro di Gueye con un piede sull’arco). Gli orobici trovano però la forza di reagire con un parzialone di 11-2 chiuso da una travolgente schiacciata di Bergstedt (71-73 al 33’), ma è l’ultima fiammata giallonera: Amoroso fa impazzire il lungo danese costringendolo al fallo dopo aver segnato in sottomano rovesciato, Treier affonda il coltello nella piaga stoppando Solano e griffando la tripla del +8 e, di fatto, la resistenza bergamasca finisce lì.

Ottava vittoria su 10 gare giocate, 16 punti, 2° posto in classifica: un sogno ad occhi aperti per la XL EXTRALIGHT®, che domenica pomeriggio (ore 18) a Ravenna potrà giocarsi col cuore leggero uno scontro diretto col sapore della Coppa Italia.

Queste le parole di coach Ceccarelli in sala stampa: “Veniamo via da Bergamo con due punti importantissimi dopo una lunga trasferta nella quale, come ogni volta nella quale hai grande voglia di scendere in campo, la partita sembrava non arrivare mai. Bergamo è una squadra ben allenata, che in casa può fare risultato. Lo auguro di cuore a coach Ciocca, che conosco e apprezzo, e lo auguro alla società, che si è sempre distinta per educazione e correttezza. Tornando alla partita, forse nel secondo tempo dopo l’uscita di Powell ci davano per morti ed invece siamo stati lì, anche quando da -11 loro sono tornati a -2. Questa squadra ha un’anima e contro squadre così è dura combattere. Dopo 10 giornate siamo secondi avendo perso una partita senza un americano e una di 1 punto con qualche fischio dubbio. Forse non è un caso. Ce lo godiamo ma dobbiamo essere consci che noi, almeno a inizio anno, non dovevamo appartenere a queste vette. Domani iniziamo a pensare ad una partita, quella di Ravenna, che dire proibitiva è essere leggeri. Complimenti a Bergamo, che ha la palma di squadra più sfortunata dell’anno”.

 

BERGAMO BASKET 2014-XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO 75-87

BERGAMO: Piccoli ne, Cazzolato 8, Sanna 1, Mascherpa 10, Ricci ne, Ferri ne, Bedini ne, Fattori 14, Bozzetto, Sergio 2, Bergstedt 29. All.: Ciocca.

MONTEGRANARO: Angellotti ne, Scocco ne, Rivali 9, Campogrande 4, Maspero 7, Treier 3, Zucca 4, Corbett 19, Amoroso 19, Powell 14, Gueye 8. All.: Ceccarelli.

PARZIALI: 24-21, 15-20, 21-28, 15-18.