Si torna a Porto San Giorgio per l’ormai classico appuntamento del venerdì con il Poderosa Caffè, sbarcato oggi pomeriggio al Bar degli Amici. Ospite di turno Kaspar Treier, che dopo le foto e gli autografi ormai di rito con bambini e ragazzini, ha parlato del momento della XL EXTRALIGHT® ma non solo.

Due sconfitte in quattro giorni, prima a Verona poi a Treviso, non era mai successo in stagione. Che succede alla Poderosa?

Non succede niente, semplicemente abbiamo perso contro due squadre molto forti. Verona ha fatto un grande lavoro in difesa a toglierci il gioco in post basso di Amoroso, mentre noi abbiamo fatto il nostro ma i loro esterni hanno preso fiducia sin dall’inizio e fatto sempre canestro da fuori. Anche contro Treviso credo che abbiamo fatto un buon lavoro, ma contro squadre del genere devi essere sul pezzo per 40’. E invece loro appena sbagliavamo qualcosa ci punivano. Due grandi squadre, bravi loro.

Domenica il match contro Forlì è già piuttosto delicato. Che partita ci dobbiamo attendere?

È una partita difficile in un palazzetto storico del basket italiano. Non si pensi che siano scarsi: hanno battuto anche Trieste poche settimane fa e l’altro giorno hanno sbancato Roseto. Hanno degli ottimi esterni, avremo bisogno di giocare al 100% per fare il blitz.

Anche Kaspar Treier è sicuramente in crescita sia per spazio che per prestazioni. Soddisfatto?

La mia stagione è in crescita, spero. Sto giocando qualche minuto in più e spero vada sempre meglio. Non so spiegare questa crescita ma sono felice che stia migliorando individualmente.

Per non parlare delle grandi prestazioni in maglia Santori Pellami nel campionato Under 20…

Stiamo andando bene, siamo secondi nel girone ma vogliamo provare ad arrivare primi. Sarà dura, perché Pesaro, contro la quale giocheremo in casa lunedì, è a +4 e quindi dovremo vincere ribaltando il -5 dell’andata e poi sperare che ne perdano un’altra senza sbagliare nulla. Bissare i 40 punti rifilati a Siena? Non dico niente!