Da una parte una squadra che tira il fiato dopo una prima metà di stagione da incorniciare. Dall’altra una tra le più in forma del campionato. Mai come questa volta guardare asetticamente alla classifica del girone Est sarebbe fuorviante per presentare il derby delle Marche tra XL EXTRALIGHT® e Termoforgia Jesi, in programma domani alle 18 al PalaSavelli. Perché è vero che la Poderosa ci arriva forte del terzo posto a quota 26 punti, ma l’Aurora, con il profondo restyling arrivato dal mercato di riparazione, ha messo il turbo, salendo in breve tempo a quota 22, nel pieno della bagarre per i playoff. Sarà quindi un derby d’alta quota e con una posta in palio molto importante: 2 punti pesanti nella volata ad un posto tra le prime otto.

Dicevamo del mercato di riparazione arancioblu: dovendo sopperire al lungo infortunio di Andrea Quarisa (ginocchio) e alla dipartita di Ken Brown in direzione Lettonia, la Termoforgia non è stata troppo a guardare: e allora ecco un pezzo da novanta come Marques Green, veterano dei massimi livelli europei che non ha bisogno di troppe presentazioni (e che sta già dominando: 10,2 punti a gara ma ben 8,6 assist smazzati), e Luca Fontecchio, fratello d’arte (Simone veste la maglia della Vanoli Cremona) e lungo proveniente da Piacenza abituato ai palcoscenici di A2 e B che sta già dando un solido contributo (4,5 punti e 4,0 rimbalzi di media). Risultato? Con i due nuovi elementi sono arrivate quattro vittorie nelle ultime cinque partite, con l’unico piccolo neo della sconfitta in volata al PalaVerde di Treviso contro la caldissima De’ Longhi.

Sicuramente chi ha tratto più beneficio dal nuovo assetto della formazione di coach Damiano Cagnazzo è Kenny Hasbrouck. La guardia americana, con alle spalle tanti anni di Europa, era andata a intermittenza fino ad ora. Ma a Bergamo è esplosa con una fragorosa prestazione da 47 punti che corona un periodo nel quale ha scollinato sei volte sopra i 20 punti nelle ultime sette gare. Non a caso la brutta prova da 6 punti a Treviso è coincisa con una sconfitta. Il terzo violino jesino è il rampante esterno Pierpaolo Marini, uno dei giovani più promettenti dell’intera A2, che sta dipingendo una straordinaria stagione da 13,8 punti e 5,9 rimbalzi. Sotto canestro, Fontecchio copre di fatto le spalle al duo composto da Francesco Ihedioha, atletismo e fisicità dirompenti (10,4 punti e 6,7 rimbalzi a partita), e Tommaso Rinaldi, classe ed esperienza da vendere (12,1 punti col 47% da 3 e 6,6 rimbalzi a gara). Chiudono le rotazioni degli esterni, invece, il combattivo Matteo Piccoli (3,9 punti e 1,9 rimbalzi a partita) e la giovane promessa Federico Massone (2,6 punti e 2,1 rimbalzi ad allacciata di scarpe).

La chiave della gara sarà sicuramente la difesa: quella delle due che riuscirà a limitare maggiormente la forza di fuoco dell’altra uscirà vincitrice dalla gara. Si sfidano infatti 2° e 5° attacco del girone (81,1 punti di media per Montegranaro, 80,0 per Jesi) e le prime due per tiri tentati dall’arco dei 3 punti (addirittura 32,6 per Jesi, 28,7 per Montegranaro). Due squadre che amano molto i ritmi alti (i 69,2 tiri totali tentati a partita dell’Aurora, prima del girone, uniti agli 11,1 rimbalzi d’attacco e alle sole 11,0 palle perse sono figli di questo modo di giocare) per le quali la differenza si vede nell’equilibrio tra le due metà campo: più sbilanciato sul fronte offensivo quello della Termoforgia (che infatti è la squadra che concede più rimbalzi difensivi e totali nel girone, la 3° per percentuale da 2 ed assist concessi agli avversari e la 4° per valutazione complessiva), più bilanciato quello della XL EXTRALIGHT®.

Ma questo è quello che dicono i freddi numeri. Perché poi in campo vanno anche le motivazioni, le emozioni e le sfide che si intrecciano in un derby, anche in uno giovanissimo come quello tra Montegranaro e Jesi, appena alla seconda sfida in gara ufficiale. La prima fu quella del novembre scorso, con la vittoria da batticuore della Poderosa davanti ai 500 tifosi gialloblu accorsi all’Ubi Bpa Sport Center. Fare bis sarebbe il modo migliore di rilanciarsi dopo una settimana da archiviare in fretta. Ma in casa Poderosa c’è poco da ridere soprattutto per le news dall’infermeria: negli ultimi giorni si è fermato Luca Campogrande per un problema muscolare che ne mette in dubbio la presenza nel match di domani.

La giornata sarà aperta dalla tappa provinciale del circuitoJoin The Game, il campionato italiano 3vs3 riservato ai ragazzini Under 13. Si sfideranno ben 31 squadre provenienti dalle Province di Fermo e Ascoli, gli incontri saranno suddivisi in gironi da cinque e le prime classificate accederanno alla fase regionale. Nel pomeriggio, poi, spazio anche al volontariato, con la collaborazione con le associazioni Avis, Aido e Admo che promuoveranno le loro attività nel corso della partita.

La prevendita dei tagliandi, dopo la parentesi di questa mattina al PalaSavelli, riprenderà domani mattina dalle 10 alle 12 al palasport di via Martiri d’Ungheria a Montegranaro. Biglietteria aperta al PalaSavelli nel pomeriggio a partire dalle 16.30. Prezzi soliti e confermata la promozione “Porta un amico”: presentandosi in cassa insieme ad un abbonato si potrà ottenere un biglietto a prezzo ridotto.

La partita sarà trasmessa in diretta streaming per gli abbonati su LNP Tv Pass. Ci sarà anche la diretta audio in streaming dal canale Spreaker della società Poderosa Live Radio (https://www.spreaker.com/user/poderosa), aggiornamenti dai canali ufficiali Facebook (Poderosa Pallacanestro Montegranaro), Twitter (@poderosabasket) e Instagram (@poderosamontegranaro). Lunedi alle 20.15 la differita su TVRS (canale 11 del digitale terrestre).