Classico appuntamento del martedì con i “Poderosi da esportazione”, il punto sulle prestazioni dei nostri giovani nei campionati di Serie B e C dello Stivale.

Partiamo, al solito, dal terzo campionato nazionale, che come la A2 viveva l’ultimo turno prima della sosta per le finali di Coppa Italia. Nel girone A, restano in piena corsa playoff sia Montecatini che Valsesia. I termali di Riccardo Callara posticipano il loro match contro San Giorgio a Legnano scendendo in campo domenica, mentre la Gessi, ancora con Mattia Magrini ai box per un piccolo infortunio, piega per 69-55 la Allmag Moncalieri tornando a -2 proprio dai toscani. Nel girone B, vittoria pesante per la Rekico Faenza, che batte Vicenza e la aggancia al 5° posto trovando di nuovo grandi cose da Marco Perin (12 punti e 9 assist in 29’). Nel girone C fa valere di nuovo la legge del PalaScapriano il Teramo Basket 1960, che abbatte per 80-60 la Sicoma Valdiceppo con un inarrestabile Bogdan Milojevic (18 punti e 8 rimbalzi in 24’). Nel girone D, Scauri cade malamente a Catanzaro per 101-77 in un fondamentale incrocio playoff e ora sarebbe fuori dalle prime otto. Poco incisivo anche Raffaele Marzullo, che non va a referto negli 8’ sul parquet.

Scendiamo in C Silver, destinazione Friuli Venezia Giulia, con un Matteo Cernivani decisivo nel derby triestino tra Lussetti Servolana e Don Bosco: vincono i primi con quattro triple nell’ultimo quarto (e 14 punti finali) della guardia classe ’96. Nelle Marche, invece, andava in scena il big match tra Mosconi Ancona e Halley Matelica, le prime due della classe: l’ha spuntata la capolista per 80-73 con un determinante Matteo Redolf (10 punti). Torna al successo anche la Sutor Montegranaro, che alimenta la sua corsa playoff battendo per 100-70 il fanalino di coda Virtus Porto San Giorgio con 14 punti di un ritrovato Matteo Cesana, mentre ai rivieraschi non bastano i 26 punti di Simone Cimini. Cadono in trasferta sia la iCubed Pedaso di Carlo Ortenzi (14 punti), trafitta per 79-73 con la Falconara di un ottimo Riccardo Migliorelli (8 punti), che la Sambenedettese, travolta per 101-74 ad Osimo con Giuseppe Angellotti a non andare a referto.