Si è aperta con il Poderosa Caffè di oggi pomeriggio al Kimbo’s Bar la collaborazione tra Poderosa e Centro commerciale Girasole. Ospite di giornata Ousmane Gueye, con il quale si è parlato della sfida di domenica (ore 18, PalaSavelli) contro Bergamo. Una Bergamo reduce dal ko al fotofinish contro la capolista Bologna nel posticipo giocato ieri sera.

Hanno sfoderato una prestazione importante e se pensavamo che sarebbe stato facile contro di loro perché sono ultimi in classifica togliamocelo dalla testa. L’arrivo di coach Sacco, un allenatore competente e navigato e che conosco bene avendolo avuto come allenatore a Recanati, ha dato una bella scossa e gli innesti di Hollis e Laganà hanno alzato la qualità del roster. Sarà dura”.

La XL EXTRALIGHT® viene invece da due settimane di riposo completo. “A noi più anzionotti ha fatto bene, ai giovani non saprei, lo vedremo domenica. È quasi un mese che manchiamo dal PalaSavelli, al di là di tutto vogliamo scendere in campo con l’aggressività giusta perché loro verranno carichi per lottare su ogni pallone. Sono in corsa per la salvezza, approcceranno ogni gara come un dentro o fuori. Dovremo farci trovare pronti”.

L’arrivo di Stefan Nikolic, quando sarà a disposizione di coach Ceccarelli, cambierà giocoforza le rotazioni all’interno del team. “La società ha voluto fare uno sforzo in più in vista dei playoff. Perché non ci nascondiamo, è questo l’obiettivo che ci siamo dati. Nikolic è un giocatore che sa fare tutto, molto talentuoso e che farà parlare di sé. È un anche un gran bravo ragazzo, ma soprattutto un ottimo giocatore”.

Sette partite da giocare di cui quattro in casa, 6 punti di vantaggio sul 9° posto. Dove può arrivare la Poderosa? “Mi auguro di rimanere dove siamo, magari anche fare qualcosa in più, non di meno. Saremo degli stupidi se non riuscissimo a centrare i playoff, sarebbe importante riuscire a restare nelle prime quattro per avere la bella in casa al primo turno”.