Messa alle spalle la sosta per le finali di Coppa Italia, è ripartito anche in Serie B il rush finale verso playoff e playout e con esso torna a pieno regime anche la nostra rubrica “Poderosi da esportazione”.

Al solito, partiamo dal terzo campionato nazionale in ordine strettamente alfabetico. Nel girone A, vittoria pesante per Montecatini sul campo di San Miniato per 72-76 e terzo posto in classifica agganciato, nonostante un Riccardo Callara un po’ sottotono (2 punti in 10’). Cade a Cecina, invece, la Gessi Valsesia, sconfitta per 86-76 dai toscani nonostante l’ottimo ritorno in campo di Mattia Magrini (14 punti, 4 rimbalzi e 4 assist in 35’). Nel girone B, sale al quarto posto la Rekico Faenza, che non ha problemi a Costa Volpino, sbancata per 72-97 con un grande Marco Perin (20 punti in 35’). Nel girone C, non basta un super Bogdan Milojevic (20 punti e 14 rimbalzi in 30’) al Teramo Basket 1960 per sbancare il parquet di Fabriano e fare un passo importante verso i playoff, mentre nel girone D la Scauri di Raffaele Marzullo (3 punti in 8’) si fa beffare in volata da Cassino per 87-90 e scivola fuori dalle prime otto delle graduatoria quando di giornate da giocare ne mancano solo cinque.

Scendiamo in Serie C Silver, partendo dal Friuli Venezia Giulia, dove la Lussetti Servolana Trieste crolla malamente a Spilimbergo per 66-44 con un Matteo Cernivani addirittura a bocca asciutta e si fa agganciare al sesto posto in graduatoria. Torniamo nelle Marche per l’ennesimo trionfo della capolista Mosconi Ancona, che mette ko Fossombrone per 78-68 con 9 punti di Matteo Redolf e a quattro giornate dal termine della regular season è praticamente certa del primo posto. La Sutor Montegranaro sventa il pericolo in casa contro Urbania, battuta per 91-85 ai supplementari, ma Matteo Cesana non scende sul parquet, mentre la iCubed Pedaso cade per 85-73 a Pesaro sponda Bramante con Carlo Ortenzi fermo a 9 punti. Vittoria importante per Falconara, che stende per 89-61 la Virtus Porto San Giorgio (priva di Simone Cimini) con 5 punti di Riccardo Migliorelli mentre una grande prova di Giuseppe Angellotti (17 punti) consente alla Sambenedettese di evitare rischi a Castelfidardo, dove la Vis si inchina per 77-86. Chiudiamo spostandoci in Umbria, con la sconfitta della Favl Viterbo a Bastia Umbra per 75-62 nella seconda giornata della fase ad orologio nonostante un Luca Quondam da 7 punti.