Poderosa Caffè particolare quello di oggi al Lampara Caffè di Porto San Giorgio. Particolare perché arriva alla vigilia della partita dell’anno: quella di domani sera (ore 20.30) al PalaDozza contro la Consultinvest Bologna. Ospite della settimana Kaspar Treier.

Veniamo dalla bella vittoria contro Ravenna, nella quale abbiamo difeso in maniera super – ricorda l’ala estone – la vittoria ci serviva molto, venivamo da una partita persa malamente contro una Bergamo che forse abbiamo sottovalutato. Ravenna è una squadra molto forte, vincere contro di loro è stato bello”.

Settimana non diversa dal solito quella che porta verso Bologna per il diciannovenne gialloblu, anche se la tensione è alta e la voglia di fare bene ai massimi. “E’ un po’ più complicato di così – evidenzia Treier – ho notato grande attenzione ai dettagli da parte di tutti, perché poi saranno questi a fare la differenza domani sera. Sarà una partita molto fisica quella di domani ma soprattutto vorranno vincere per forza, venendo da tre sconfitte di fila. Noi sappiamo di poter vincere, ma sappiamo anche che se non andrà così non sarà un dramma. Il nostro obiettivo da qua a fine regular season è quello di arrivare più in alto possibile, così da avere un primo turno di playoff che sia il meno complicato possibile”.

Con l’innesto di Nikolic a pieno regime ora ci sarà da sudare per conquistarsi minuti. “Ci darà una grossa mano – sentenzia Treier – è un giocatore molto fisico, che può giocare spalle a canestro e giocare in post. Oltre ad essere un gran bravo ragazzo”.

Treier è anche una delle punte di diamante della squadra Under 20 Eccellenza che lunedì 9 aprile si giocherà le Qualificazione interregionali in quel di Fidenza. “In Under 20 di sicuro non ho la pressione che ho in A2, c’è meno fisicità ed ho più possessi a disposizione – spiega l’ala estone – lì è la squadra a venire da me, con la A2 sono io a dover andare dagli altri. Cantù la conosco un po’, l’ho sfidata qualche volta negli anni passati, è una squadra alla nostra portata ma dovremo essere perfetti. Hanno tanti esterni che tirano, dovremo essere bravi in difesa sull’uno contro uno. L’eventuale finale sarebbe contro Stella Azzurra Roma o Alba, i romani li conosco bene, sono molto fisici e credo negli ultimi 20 anni non abbiano mai mancato una Finale Nazionale. Non sarà per nulla semplice”.