Ora è fatta davvero: i playoff sono realtà. La XL EXTRALIGHT® fa suo lo scontro diretto con la Gsa Udine trascinata da un monumentale Powell (29 punti con 10/14 dal campo, 7 rimbalzi e 33 di valutazione) e mette il sigillo sulla qualificazione ai playoff, un traguardo storico e impensabile a inizio stagione per una matricola come quella gialloblu. Non solo: Amoroso e compagni ribaltano pure la differenza canestri nello scontro diretto e, tenendo a -4 il gruppetto al quinto posto con due partite ancora da giocare, l’ipoteca su un posto nelle prime quattro della classe (e conseguente vantaggio del fattore campo nella prima serie di post season) è molto più che seria.

Partita sontuosa prima difensivamente e poi offensivamente da parte dei gialloblu, che nella prima metà di gara mordono dietro ma sprecano qualche pallone di troppo al momento di concretizzare la grande mole di lavoro fatta. È l’ingresso di un Maspero ancora una volta molto pimpante a mettere il turbo alla Poderosa, che tocca il +11 in apertura di secondo periodo (27-16 con tripla di Amoroso al 12’). Udine fa la voce grossa sotto le plance, ma è una fiammata di Veideman a propiziare il break di 0-10 che spegne i primi ardori gialloblu (27-26 al 15’). All’intervallo lungo una Poderosa ad alti e bassi è avanti solo di 2 (34-32), ma quando nella ripresa la pressione difensiva alimenta le folate in contropiede, la resistenza dei friulani inizia a frantumarsi mano a mano. Un folle alley-oop sull’asse Maspero-Powell infiamma il PalaSavelli e lancia la nuova fuga veregrense (49-40 al 26’), la Gsa si aggrappa a Dykes, ma l’argine ormai è rotto: Powell detta legge alternando soluzioni in transizione e dalla lunga distanza e i colpi di Corbett e Campogrande affossano definitivamente la barca bianconera (70-53 al 33’ con tripla della guardia romana). Il finale è in tripudio per la XL EXTRALIGHT®: il +16 finale capovolge il -4 prenatalizio del Carnera e ora basterà una vittoria nelle prossime due giornate (Imola in trasferta, Trieste in casa) per completare il capolavoro, assicurandosi il fattore campo nel primo turno dei playoff.

Queste le parole di coach Ceccarelli in sala stampa: “Bravi, bravi, bravi. Chi era oggi al palazzetto oggi potrà andare a casa e dire: questi ogni tanto sgarrano, ma ci fanno divertire. Oggi chi è venuto qua penso che torni a casa e dica a parenti e amici che questa squadra si merita un bel seguito. Siamo stati bravi a farci accompagnare dal pubblico, abbiamo fatto vedere delle cose da categoria superiore. Siamo stati belli dietro come piace a me, perché dalla difesa abbiamo preso energia per l’attacco. Abbiamo preso pochissimi tiri forzati, bravi tutti. Non è merito solo dei ragazzi, ma di tutti. È merito di Stefano e Salvatore che mi affiancano ogni giorno. È merito di Francesco, il nostro preparatore atletico, perché se i nostri lunghi corrono come hanno fatto oggi è merito suo. Ed è merito di Alessandro, il nostro fisioterapista: se i nostri ragazzi stanno bene è merito suo e io mi fido ciecamente di lui. Ed è merito di Vittorio, il nostro team manager, che ogni settimana organizza minuziosamente il nostro lavoro. E poi è merito della società, che ogni domenica si arrovella con iniziative ed idee per portare pubblico al PalaSavelli e che nel formare la squadra ha assecondato le mie idee. Dedico questa vittoria alla famiglia Bigioni, che ha avuto un paio di problemi in queste settimane: speriamo di avergli dato qualche momento di gioia. Dobbiamo festeggiare e godercelo un risultato del genere. Male che vada credo possiamo finire quinti, ma non ci pensiamo: andiamo a Imola in una palazzo che sarà una bolgia perché proveranno a giocarsi le ultime carte per andare ai playoff. Noi proveremo a prenderci il miglior piazzamento possibile, senza guardare a cosa succede nell’altro girone”.

Queste le parole di MarShawn Powell in sala stampa: “Oggi era una di “quelle” partite. Il coach ci ha chiesto di correre contro lunghi grossi come i loro ed è quello che siamo riusciti a fare meglio nella seconda parte della gara. Ora siamo impazienti di vedere cosa possiamo fare nei playoff, impazienti di giocarli ed essere trascinati dal pubblico”.

 

XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO-GSA UDINE 81-65

MONTEGRANARO: Rivali 2, Campogrande 15, Maspero 10, Treier, Zucca 3, Cimini ne, Corbett 11, Amoroso 8, Nikolic, Powell 29, Altavilla ne, Gueye 3. All.: Ceccarelli.

UDINE: Dykes 19, Mortellaro 9, Veideman 13, Raspino 4, Pinton, Ferrari ne, Pellegrino 14, Benevelli 5, Diop, Bushati 1. All.: Lardo.

PARZIALI: 18-14, 16-18, 21-15, 26-18.