È partito il rush finale della stagione regolare anche per i “Poderosi da esportazione”, alle prese con le gare decisive in vista della post season.

Playoff in tasca, nel girone A di Serie B, per Montecatini e Gessi Valsesia già con una giornata di anticipo sul termine della regular season. I termali approfittano del rovescio di Piombino per riprendersi il quarto posto solitario travolgendo per 58-101 la già retrocessa Livorno con 21 punti (5/7 da 3) in 22’ di un torrido Riccardo Callara. Il piazzamento in griglia, però, dipenderà dallo scontro diretto con Piombino di questa domenica: vincendo il quarto posto sarebbe in cassaforte, perdendo, vista anche la sconfitta del match di andata, arriverebbe il controsorpasso dei toscani. Mette i piedi tra le prime otto anche la formazione piemontese, che passa per 50-57 a San Miniato con 14 punti, 6 rimbalzi e 5 assist in 37’ di Mattia Magrini e andrà in campo nel weekend col solo obiettivo di salire ulteriormente di posizioni. Nel girone B, la Rekico Faenza dice addio al quarto posto col ko per 87-80 sul parquet di Desio. I romagnoli, che hanno avuto una giornata no da Marco Perin (4 punti con 0/9 dal campo, 3 rimbalzi e 4 assist in 23’), sono comunque certi di un posto nei playoff. Nel girone C, si giocherà tutto nel caldissimo derby casalingo contro Campli la Teramo Basket 1960, che aggancia il gruppetto al sesto posto grazie al successo esterno per 69-86 a Ortona che, tra l’altro, condanna così alla retrocessione. A riposo per infortunio Bogdan Milojevic. Si deciderà invece all’ultima giornata chi tra Catanzaro e Scauri si prenderà l’ottava piazza nel girone D. I laziali, infatti, si tengono in vita battendo per 88-84 la Tiber Roma con un Raffaele Marzullo da 4 punti in 14’ ma ora dovranno battere Isernia e sperare in un improbabile ko interno dei calabresi contro Costa d’Orlando.

Il tempo della post season si avvicina anche in Serie C Silver. La Lussetti Servolana Trieste batte Campoformido per 74-59 nell’ultimo match di stagione regolare con 6 punti di Matteo Cernivani ed entra nei playoff con la quinta piazza, buona per sfidare Latisana con il fattore campo avverso. Nelle Marche, chiude vincendo la dominatrice Mosconi Ancona, che abbatte la Sutor Montegranaro per 84-67 con 12 punti di Matteo Redolf e nelle semifinali che partono domenica se la vedrà con Osimo. I veregrensi, senza Matteo Cesana e Francesco Ciarpella, chiudono al settimo posto e incroceranno le armi con Fossombrone con fattore campo avverso. Finisce vincendo anche la iCubed Pedaso, che stronca per 87-74 Recanati con 14 punti di Carlo Ortenzi e consolida il proprio sesto posto: ai playoff la sfida sarà la “classica” con Matelica. Ci saranno i playout invece per Falconara, sconfitta per 64-81 in casa contro Fossombrone con 5 punti di Riccardo Migliorelli. L’avversaria nel primo turno sarà la Sambenedettese, che ha chiuso la stagione perdendo sorprendentemente a domicilio contro la Virtus Porto San Giorgio, al primo successo stagionale con l’81-84 del PalaSpeca. Bene i due giovani gialloblu Giuseppe Angellotti (18 punti in losing effort) e Simone Cimini (12 punti per contribuire alla vittoria sangiorgese). È finita con un secco 2-0 al primo turno invece l’avventura nella post season della Favl Viterbo in C Silver umbra: in gara 2 Foligno ha esultato per 51-62 bissando il successo di gara 1 e mandando così in vacanza la squadra di Luca Quondam (5 punti).