Due su quattro. Non è andata male ai Poderosi da esportazione nei quarti di finale di Serie B conclusisi con le gare 3 di domenica scorsa. Nel tabellone B, vanno infatti in semifinale sia Montecatini che Gessi Valsesia, entrambe grazie alle vittorie nella partita da dentro o fuori. I termali di Riccardo Callara (solo 1’ in campo) piegano per 75-64 la Rekico Faenza di Marco Perin (16 punti, 6 rimbalzi e 6 assist in 33’) in gara 3 e approdano in semifinale, dove ad attendere c’è la corazzata Cento. Impresa vera invece per i piemontesi di Mattia Magrini (12 punti e 3 assist in 30’), che nella sfida decisiva sbanca Vicenza e si regala l’incrocio terribile con Firenze. Nel Tabellone C era finita già a gara 2 la corsa di Scauri, sconfitta anche a domicilio da San Severo con Raffaele Marzullo fermatosi a 3 punti in 22’.

In Serie C Silver, la Lussetti Servolana Trieste parte male nella serie di semifinale contro San Daniele del Friuli: sconfitta per 74-70 in trasferta per la squadra di Matteo Cernivani, autore di 7 punti. Nelle Marche sono iniziate nel weekend le due finali che danno il pass per i concentramenti nazionali con in palio la Serie B. La Mosconi Ancona ha travolto per 75-47 in gara 1 il Bramante Pesaro, trovando un Matteo Redolf in grande spolvero (15 punti, top scorer dei suoi). Colpaccio esterno per la Sutor Montegranaro, che sbanca 84-85 il parquet della Halley Matelica con Francesco Ciarpella a contribuire con 3 punti. Al via anche il secondo turno dei playout: bel successo per la Sambenedettese, che batte per 71-55 Castelfidardo con 6 punti di Giuseppe Angellotti, mentre cade la Virtus Porto San Giorgio a Recanati, trafitta per 70-65 nonostante un Simone Cimini da 9 punti.