Peccato. Una lezione davvero troppo severa per la XL EXTRALIGHT®, per tre quarti tiene testa egregiamente sul campo della dominatrice della stagione regolare, la Alma Trieste, in gara 1 dei quarti di finale.

Non basta un avvio bruciante alla squadra di coach Ceccarelli, che va oltre la perfezione nei primi minuti della sfida schizzando addirittura a +14 (2-16 dopo 4’) trascinata da un fantastico Corbett e da un chirurgico Campogrande. Sarà la tensione del favore del pronostico, sarà la sorpresa al cospetto di una Poderosa così pimpante ma Triete ci mette un po’ a carburare, anche se già sul finire del primo quarto l’Alma ha dimezzato lo svantaggio. Si abbassano le percentuali gialloblu e i biancorossi escono pian piano dal guscio: Bowers firma il sorpasso a metà secondo quarto ma la XL EXTRALIGHT® è sul pezzo e tiene botta sulla prima spallata triestina: all’intervallo lungo è 50-45 Alma

Il terzi quarto è all’arma bianca: i padroni di casa tengono sempre il naso avanti, con Green che diventa un rebus per la Poderosa, ma i lampi di Powell e Amoroso tengono in piedi i verergrensi, che si riavvicinano fino al -1 sul finire del terzo periodo (68-67 al 29’ con l’ennesima invenzione di Corbett). Sembra possa reggere fino in fondo la XL EXTRALIGHT® ed invece è l’ultimo sussulto: Fernandez lancia il parzialone di 21-3 che apre il quarto periodo e spedisce sott’acqua una Poderosa che non ne ha più. L’Alma infierisce e il 105-74 finale è punizione durissima, da cancellare immediatamente nelle proporzioni: quei primi 30’ saranno quelli da cui ripartire martedì sera (ore 20.30, diretta Sportitalia) per tentare il colpaccio in gara 2.

Queste le parole di coach Ceccarelli in sala stampa: “Mi è sembrato di rivedere la partita di andata di regular season. Siamo partiti molto bene, giocando 17-18’ di qualità altissima, trovando sempre l’uomo libero e cavalcando le situazioni che volevamo. Ma anche in difesa siamo riusciti a mettere qualche sassolino nei loro ingranaggi. Ma nonostante questo siamo andati all’intervallo sotto di 5 e questo ti crea tanto nervosismo e frustrazione: perché dentro sai di aver fatto tutto bene e guardi il tabellone luminoso e non ti premia. La mia squadra ha giocato una partita praticamente perfetta, in regular season avrebbe fatto la differenza perdere di 1 o di 30, ma nei playoff no per cui non mi preoccupa troppo il risultato finale. Non sono preoccupato perché questa squadra ha sempre mostrato grandi attributi e quindi sono sicuro che martedì daremo un’altra partita di livello. Non so come finirà ma non molliamo. Abbiamo fatto troppo bene fino ad ora per mollare a questo punto. Complimenti a Trieste, ma non ho niente da rimproverare ai miei”.

 

ALMA TRIESTE-XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO 105-74

TRIESTE: Coronica, Fernandez 7, Green 29, Mussini 11, Schina, Deangeli, Prandin 7, Cavaliero 16, Da Ros 3, Bowers 24, Loschi 6, Cittadini 2. All.: Dalmasson.

MONTEGRANARO: Rivali 1, Campogrande 13, Maspero 4, Treier 2, Zucca, Corbett 27, Amoroso 15, Nikolic, Powell 8, Altavilla, Gueye 4. All.: Ceccarelli.

PARZIALI: 20-27, 30-18, 22-22, 33-7.