Home
Il trio Maspero-Treier-Mitt svela il segreto: sembra che giochiamo insieme da sempre Stampa E-mail
Scritto da Marco Pagliariccio   

Image

Quinto appuntamento con il Poderosa Caffè quello di oggi pomeriggio allo chalet ristorante Duilio di Porto San Giorgio. È stata la volta della “linea verde” della XL EXTRALIGHT® presentarsi a stampa e curiosi: sono infatti stati protagonisti dell’incontro i tre under gialloblu Lorenzo Maspero, Kaspar Treier e Arnold Mitt.

Sorpresa di questa preseason il primo, oggetti (ancora) misteriosi i due estoni, i tre giovani della Poderosa hanno spiegato i motivi della loro scelta estiva di arrivare a Montegranaro. “E’ un posto fantastico per giocare a basket – ha detto entusiasta Maspero, arrivato in estate dalla B di Bottegone – tutte le strutture sono vicine, che è una grande comodità, e poi mi trovo davvero bene con coach Ceccarelli. Un’altra cosa fondamentale è stata la presenza di Eugenio Rivali, un giocatore dal quale voglio apprendere tanto vista l’esperienza e le qualità che ha”. “A me è piaciuto che ci fosse una squadra molto giovane – ha sottolineato Treier – il coach dà fiducia a noi giovani e quindi ho pensato che qua avessi potuto giocare di più che in altri posti”. “La storia della Poderosa e di Montegranaro mi hanno colpito – ha confessato Mitt – ci sono tutte le miglior condizioni per allenarsi e crescere, a partire dallo staff tecnico col quale mi trovo benissimo. E coach Ceccarelli è l’allenatore giusto per un gruppo così giovane”.

I tre hanno poi parlato del loro inserimento in squadra e degli infortuni che, purtroppo, li hanno colpiti a turno in questo sfortunato precampionato. “Un colpo al naso mi ha fermato prima dell’amichevole contro Imola, ma non è niente di che – ha spiegato Maspero, già tornato in campo con i compagni con l’ausilio di una maschera protettiva – sono andato bene in questo precampionato ma mi sono fatto il mazzo durante l’estate per arrivarci pronto. Ancora non ho e non abbiamo fatto nulla, ma di sicuro sono felice di come è andata finora”. Vista da fuori, la squadra sembra che giochi insieme non da un mese ma da molto di più – ha detto Treier, fermo da inizio agosto per una distorsione alla caviglia ma tornato in questi giorni a pieno regime col resto del gruppo – per quanto riguarda me stesso, sono praticamente due mesi che mi alleno a parte, per cui all’inizio è stata dura, ma ora va decisamente meglio. Per ora sto giocando molto da 4, ma per il futuro so che devo trasformarmi in un 3, quindi sto lavorando su molte cose in questa prospettiva”. Questa è una squadra che ha grandissimo potenziale e, come ha detto Kaspar, sembra che giochi insieme da un anno – ha ribadito Mitt, il cui ginocchio lo terrà ai box ancora qualche settimana – il ginocchio migliora, ma sono fermo ormai da 7-8 mesi. Avevo ricominciato ad allenarmi a metà agosto, ma mi sono rifatto male di nuovo. Tra una settimana dovrei tornare in campo e speriamo sia la volta buona”.

Ora in arrivo un weekend intenso per la formazione gialloblu, che domani e domenica sarà impegnata a Jesi nel torneo “Le Marche a canestro”. Semifinale domani sera (ore 19) all’Ubi Bpa Sports Center contro la Vuelle Pesaro, finali nella giornata di domenica alle 18 (3° posto) e alle 20 (1° posto) contro una tra Termoforgia Jesi e Unieuro Forlì, che invece si sfideranno nella seconda semifinale di domani alle ore 21.

 
< Prec.   Pros. >