Home
Valerio Amoroso inaugura il Poderosa Caffè
Scritto da Marco Pagliariccio   

Image 

Appuntamento di apertura per il Poderosa Caffè, iniziativa itinerante che porterà i giocatori della XL EXTRALIGHT® a presentarsi in diversi bar e locali del territorio. Per la prima tappa la location è stata quella del Cobà Beach Restaurant di Porto San Giorgio, che ha ospitato la squadra per un pranzo ed un fugace tuffo in mare prima dell’allenamento pomeridiano e poi dato spazio all’incontro con stampa e tifosi di Valerio Amoroso.

A precedere l’intervento del capitano gialloblu, le parole di coach Gabriele Ceccarelli. <Per noi prendere Valerio è stata una scelta molto facile. Con lui avevamo già parlato l’anno scorso a inizio stagione, quando lui era ancora in cerca di sistemazione ed era stato per qualche allenamento con noi. Si era visto che c’era feeling ma soprattutto è un giocatore che si sposa perfettamente con la mia idea di pallacanestro perché è un giocatore che sa fare così tante cose in campo che è difficile da scoutizzare per gli avversari. Si era parlato già l’anno scorso da parte nostra di un suo ingaggio da parte nostra, ma ero io il primo a dire che la B gli sarebbe stata davvero stretta>.

Il lungo di origini campane ma ormai veregrense d’adozione ha iniziato il suo intervento parlando della scelta di far parte anche della Poderosa Family. <Mi sono sempre sentito a casa qui a Montegranaro, più di 10 anni fa. Ormai da allora vivo qui nelle Marche, non vedevo l’ora di tornarci, finalmente si sono create le condizioni ideali per questo ritorno. La Poderosa Family penso sia un’iniziativa importante proprio perché guarda ai giovani, che io adoro e che cerco sempre di aiutare per farli crescere. Dare un piccolo contributo per far crescere il settore giovanile gialloblu mi sembra fondamentale e spero che dopo la mia tessera, che è stata la numero 100, ne arrivino almeno altrettante>.

Quindi le parole sulla responsabilità di essere capitano della nuova Poderosa. <Mi ha preso un po’ alla sprovvista la scelta del coach di affidarmi questo ruolo. Sono onorato di essere investito di questa responsabilità, poi avere al mio fianco un ragazzo ed un giocatore in gamba come Eugenio Rivali renderà tutto più facile, visto anche che conosce l’ambiente meglio di me. Quest’anno ogni partita sarà una battaglia ed io come capitano e lui al mio fianco faremo del nostro meglio per spingere verso la vittoria questa squadra>.

Prime impressioni sul team assolutamente positive. <Ho visto un bella squadra ed un bel gruppo finora. Ci sono ragazzi talentuosi ed in gamba, possiamo toglierci tante soddisfazioni. La famiglia Bigioni, la dirigenza guidata dal gm Alessandro Bolognesi e coach Ceccarelli hanno fatto un lavoro incredibile. Dandomi così la possibilità di prendere più premi possibili! A parte gli scherzi, l’obiettivo principale è ovviamente la salvezza, ma possiamo toglierci qualche soddisfazione in più>.

Poderosa Caffè tornerà tutti i venerdì da qui all’inizio del campionato. Domani, invece, prima uscita stagionale per la XL EXTRALIGHT®: alle 18.30 al palas di via Martiri d’Ungheria di Montegranaro palla a due per lo scrimmage con la Rossella Civitanova dell’ex gialloblu Lorenzo Andreani e del fratello maggiore di Valerio Amoroso, Francesco. La partita sarà trasmessa in diretta dalla nostra pagina ufficiale Facebook: Poderosa Pallacanestro Montegranaro. 

 
Martedì è il Poderosa Day, scendono in campo le vecchie glorie
Scritto da Marco Pagliariccio   

Image 

Guardarsi indietro per fare propri lo spirito ed i valori di chi la Poderosa la fondò, sul finire del 1993: una squadra di amici legati dall’amore per il basket. Da qui prende le mosse il “Poderosa Day”, in programma martedì a partire dalle ore 18.30 al Campo dei Tigli (via Umbria, Montegranaro) e aperto alla partecipazione di tutti i tifosi, appassionati o semplici curiosi gialloblu. Una serata a base di basket, musica e cibo da strada per ricordare le origini della squadra gialloblu e lanciare la nuova avventura in Serie A2 con lo stesso entusiasmo degli anni pionieristici dai quali partì una scalata che, guardandosi indietro, ha dell’incredibile.

Spazio alle celebrazioni per aprire la serata di festa: dopo il saluto della famiglia Bigioni, i protagonisti della serata saranno i “pionieri” che nel dicembre del 1993 decisero di fondare la società e coloro che, negli anni, hanno vestito la casacca della Poderosa nei campionato di Promozione e Serie D. Tra questi ci sono anche molti degli attuali dirigenti della società, che in canotta Poderosa hanno trascorso periodi più o meno lunghi della loro carriera cestistica: dal vicepresidente Riccardo Bigioni all’addetto agli arbitri Francesco Intendente, passando per il responsabile marketing Walter Junior Cassetta, l’addetto alle statistiche Mauro Malvestiti, l’istruttore della Scuola Basket Luca Lerici e il deus ex machina della Poderosa Family Dino Pizzuti. Un gruppo che proprio sotto il marchio Poderosa ha forgiato un’amicizia nel segno della palla a spicchi che, negli anni, è andata a costituire il nucleo della struttura odierna.

Ci saranno anche giocatori e staff della squadra che si prepara ad affrontare il campionato di A2. I campioni di oggi verranno mescolati a quelli di ieri formando delle squadre miste che si sfideranno in alcune partite di esibizione, al termine delle quali verrà insignito un Mvp per acclamazione. Alla fine dei match, ricco buffet con le prelibatezze a chilometro zero di Noatri offerto dalla società e musica fino a notte inoltrata.

Durante tutta la durate dell’evento sarà inoltre allestito un banchetto dove sarà possibile sottoscrivere l’abbonamento per la nuova stagione. Con un piccolo agevolazione: chi si abbonerà durante il Poderosa Day riceverà in omaggio una t-shirt esclusiva.

Sarà ospite della serata (anzi, dell'intera giornata) anche la troupe di Serie A2 Italia, che da qualche giorno sta toccando le 32 città che partecipano al secondo campionato nazionale con l'obiettivo di girare altrettanti documentari su ogni singola realtà. Martedì saranno sin dal mattino a Montegranaro per conoscere meglio il mondo Poderosa e la città e concluderà la sua visita con le immagini del Poderosa Day.

 
E' iniziata la stagione 2017/2018 della XL EXTRALIGHT®
Scritto da Marco Pagliariccio   

Image 

Si è ritrovata nel pomeriggio di oggi la rinnovata XL EXTRALIGHT® Montegranaro, che inizia così a muovere i primi passi della nuova avventura in Serie A2. Volti rilassati, primi scambi di opinioni e presa di conoscenza per staff tecnico, dirigenza e squadra, con quest’ultima impegnata già dalla mattinata con le visite mediche presso Works Sports Medical Center di Porto San Giorgio. Unico assente (giustificato) è Marshawn Powell, che sbarcherà a Montegranaro nella giornata di domenica, per il resto team al gran completo e fascia di capitano sul braccio del più esperto del gruppo, Valerio Amoroso (con Eugenio Rivali nel ruolo di vice).

Coach Gabriele Ceccarelli ha raccolto attorno a sé la squadra per dare le prime indicazioni in merito al lavoro che verrà svolto nelle settimane a venire, a partire dai primi allenamenti in programma nella giornata di domani. Dopo il rompete le righe e prima della cena di benvenuto al ristorante Casa de’ Campo, l’allenatore gialloblu e il gm Alessandro Bolognesi hanno incontrato la stampa per presentare la stagione che si apre ufficialmente oggi.

Siamo dove volevamo essere 12 mesi fa – ha detto il coach riminese – ma nel basket nulla è scontato, per cui parto ringraziando tutti i giocatori grazie ai quali oggi parliamo di Serie A2. Io riparto dal 10 giugno scorso ma è cambiato tutto. Il salto di categoria ci porta a pensare ad una stagione tutta diversa, sia dal punto di vista tecnico che di appeal. Questa città, però, si è abituata a stagioni con l’80% di vittorie. Noi ci auguriamo che possa continuare ma oggettivamente è poco probabile. Cerchiamo la salvezza diretta senza playout e negli ultimi 2-3 anni c’è voluto 40% di vittorie per centrare l’obiettivo. Nessuno ci sta a perdere, tutti lo odiamo ma capiterà. E capiterà più dell’anno scorso e degli anni precedenti. Quando si vince si è tutti bravi a stare insieme, è quando si perde che dovremo farlo. Questa squadra è stata costruita con un budget limitato ma che per una società così piccola rispetto alle altre di questo campionato è un’ottima base. Quindi grazie a chi cerca risorse ogni giorno per permetterci di competere, dalla famiglia Bigioni in giù. Questa è una squadra di cui vado fiero e della quale sono felice. Il 10 giugno l’avrei voluta allenare. Il 9 luglio abbiamo finito la squadra quando team blasonati ancora dovevano farlo, abbiamo preso coppia americana di alto livello, preso un lungo tra i più forti della categoria come Amoroso al play italiano più forte della categoria con Rivali. Campogrande passerà da 10 a minuti importanti, Gueye avrà ruolo da scheggia impazzita, ruolo molto diverso da quello che aveva anno scorso. Zucca cambierà i lunghi ed avrà grossa chance di rivalsa, è l’altra nostra scommessa. Poi gli under che avranno per forza di cose minutaggio. Favorite? Direi le tre semifinaliste non promosse dello scorso anno: Fortitudo, Trieste e Ravenna. C’è chi ha budget per fare 10 senior. Chi per dare continuità è riuscita a tenere gran parte del roster. Poi occhio a Verona, ma è un girone con squadre che hanno fatto Eurolega e vinto campionati, andremo su campi che tanti sognano. Dovremo sapere qual è il nostro posto: siamo una matricola che si affaccia ad un campionato di livello più alto. Possiamo avere solo il cuore più grande degli altri e questo possiamo già promettere che ce lo metteremo”.

Bolognesi ha voluto puntualizzare la scelta di disputare tutte le partite interne della preseason a Montegranaro. “Una scelta dovuta perché al PalaSavelli prima c’è il torneo di scacchi e poi si faranno dei lavori di adeguamento, tanto che abbiamo chiesto di giocare la prima giornata di campionato in trasferta”. 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 17 - 20 di 979