Home
Il sogno è realtà: Bergamo al tappeto, la XL EXTRALIGHT® sale in serie A2
Scritto da Marco Pagliariccio   

Image

Scusate il ritardo. Un anno fa la beffa, ieri l’apoteosi per la XL EXTRALIGHT®, che chiude i conti al primo colpo alle Final Four di serie B di Montecatini Terme battendo la Co.Mark Bergamo per 74-64 e decollando così per la prima volta nella sua storia in serie A2. Al PalaTerme è festa grande per il pazzesco tifo gialloblu, mobilitatosi in massa (almeno 400, rumorosissimi, i supporters accorsi da Montegranaro) per spingere verso un traguardo sognato, voluto e alla fine raggiunto con una vittoria dove c’è dentro tutta la stagione della Poderosa: la partenza sprint, il dominio, le difficoltà, la grande paura, l’esplosione di gioia finale.

Il volto della vittoria in terra toscana è quello dell’ultimo arrivato: Nelson Rizzitiello, chirurgico 12 mesi fa nel trafiggere la Poderosa con la maglia dell’Eurobasket Roma quest’anno si è fatto decisamente perdonare stritolando le chance bergamasche con le giocate che hanno prima lanciato lo sprint gialloblu e poi tenuto a galla il team veregrense tra le difficoltà del terzo periodo. Ma non si può dimenticare Eugenio Rivali, autentico computer in campo ed anche ieri determinante nei momenti chiave del match (la palla rubata con canestro in campo aperto a 34” dalla sirena per il 70-62 sono stati il sigillo sulla vittoria veregrense). E sotto le plance impossibile prescindere da Marcelo Dip, limitato dai falli nel secondo tempo ma decisivo nel finale con i due canestri da sotto che hanno tenuto a galla la XL EXTRALIGHT® quando Bergamo era rientrata di nuovo minacciosa nel cuore del quarto periodo.

In avvio erano state le triple di Ousmane Gueye, il mastino con licenza di uccidere, a sciogliere le contratture gialloblu, accendendo la miccia per il parziale che a fine primo quarto diceva 24-13 Poderosa. Le mirabolanti percentuali dall’arco (7/10 al 15’) e i guizzi di un pimpante Manuel Diomede sospingono la fuga, che assume proporzioni più che interessanti già nel cuore del secondo periodo (37-21 al 14’). La Co.Mark si aggrappa coi denti alla partita ma soffre terribilmente sotto canestro l’energia di Alessandro Paesano e di capitan Giorgio Broglia, padrone assoluto sotto le plance. Con queste premesse, il -11 di metà partita (41-30) lascia parecchio amaro in bocca e puntualmente nella ripresa la musica cambia. Bergamo alza i giri in difesa, la zona 2-3 mette più di qualche patema nell’attacco veregrense e, punto dopo punto, la Co.Mark torna addirittura a -2 (50-48 al 27’). La Poderosa trema ma trova nei guizzi di Rizzitiello l’ancora di salvezza e con un canestro di Broglia da sotto su assistenza di Francesco Bedetti torna ad ampliare il divario fino al +10 con il traguardo non così lontano (62-52 al 32’). I minuti finali sembrano non passare mai, anche perché Bergamo non arretra di un centimetro. Un canestro e fallo di Pullazi riporta vicinissimo gli orobici (64-62 a 3’ dalla sirena) ma è solo l’ultima fiammata per i gialloneri: Dip giganteggia in post basso e ridà fiato alla torcida gialloblu, Bergamo è alle corde e quando Rivali scippa Berti involandosi solitario a siglare il canestro del +8 i 400 gialloblu sventolano già i biglietti con stampata una grande lettera A. Montecatini è invasa dalla pacifica festa gialloblu, la serie A2 è finalmente realtà.

Queste le parole di coach Gabriele Ceccarelli nella conferenza stampa di fine partita: “Io ancora non ci credo. Oggi è il 10 giugno, io ho firmato alla Poderosa il 18 giugno scorso e quindi è quasi un anno intero che penso solo a questo traguardo. Per un’estate siamo stati un giorno in A2 e uno in B, ma credo che alla fine sia andata bene così. Ci siamo meritati questa promozione dal primo giorno, abbiamo lavorato sempre, a volte mi sono arrabbiato perché perdevamo di vista l’obiettivo ma questi ragazzi sapevano di essere venuti a Montegranaro con uno scopo: quello di festeggiare una giornata così. Il mio primo pensiero è per la famiglia Bigioni, che questa soddisfazione se la meritano veramente perché al giorno d’oggi trovare una famiglia che fa così tanto per il territorio è cosa assai rara. Questa vittoria è anzitutto la loro. E poi per Alessandro Bolognesi, che ha creduto in me la scorsa estate. In quanti l’avrebbero fatto? In quanti avrebbero dato una squadra costruita per vincere il campionato in mano ad un trentenne alla prima esperienza? In molti l’avrebbero valutata come una follia, ma lui no. Ed io meno di lui. Ci sarebbe tanto da dire, ma ora mi concentro sui ragazzi, che sono stati straordinari e che solo per poco, davvero poco non sono riusciti a completare la doppietta campionato-Coppa Italia. Ma di questo ora non mi frega un c… Ho investito tanto tempo mio e della mia famiglia e avere oggi i miei cari al mio fianco è stato meraviglioso, non mi hanno fatto mai mancare niente. Durante questi anni, poi, ho portato avanti due carriere parallele: la mia e quella di Livio Neri, che sei anni fa è venuto a mancare. Nulla mi toglie dalla testa che da lassù qualche palla la fa andare dentro lui. Questa vittoria è anche per lui”.  

 

XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO-CO.MARK BERGAMO 74-64

MONTEGRANARO: Dip 11, Paesano 2, Rivali 13, Bedetti, Broglia 9, Callara ne, Rizzitiello 18, Di Viccaro, Gueye 9, Diomede 12. All.: Ceccarelli

BERGAMO: Bedini ne, Planezio ne, Bastone 2, Lauwers 5, Cazzolato 9, Panni 5, Berti 8, Milani 10, Chiarello 8, Pullazi 17. All.: Ciocca.

ARBITRI: Valzani e Puccini.

PARZIALI: 24-13, 17-17, 13-20, 20-14.

 
XL EXTRALIGHT®, l'ora della verità: contro Bergamo per volare in A2
Scritto da Marco Pagliariccio   

Image 

Scocca l’ora. Un’attesa che dura da una settimana, anzi da agosto. Ma adesso manca davvero poco: domani pomeriggio (ore 18) al PalaTerme di Montecatini la XL EXTRALIGHT® si gioca con la Co.Mark Bergamo la tanto sognata, inseguita ed anche meritata promozione in serie A2. Non sarà un’ultima spiaggia per le due squadre, che in caso di sconfitta potranno comunque giocarsi lo spareggio in programma domenica (ore 18 contro la perdente dell’altra semifinale Agribertocchi Orzinuovi-Generazione Vincente Napoli), ma non è il caso di fare troppi calcoli: la squadra di coach Ceccarelli, al gran completo (assente solo il lungodegente Marzullo), proverà a chiudere i conti subito per mettere in tasca il pass verso il secondo campionato nazionale.

Sulla strada dei veregrensi una squadra che rievoca dolci ricordi. Bergamo, infatti, ha incrociato le armi con la Poderosa nei quarti di finale di Coppa Italia. Allora fu 85-57 per Broglia e compagni e stavolta come allora non ci sarà il totem giallonero Mario Ghersetti, bloccato da un infortunio al ginocchio. Guai, però, a sottovalutare gli orobici, che nonostante la grave assenza hanno liquidato con un eloquente 3-0 l’ostica Cento nella finale del Tabellone A. La squadra di coach Cesare Ciocca, infatti, ha un roster profondo e di qualità, coperto in tutti i ruoli e di grande fisicità. A livello offensivo, nei playoff il punto di riferimento dei bergamaschi è stato Rei Pullazi, lungo con mano dolce dall’arco, capace di griffare 13,0 punti e 7,4 rimbalzi di media. Con l’ex Eurobasket Roma sotto canestro ci sono l’esperto Paolo Chiarello (3,8 punti, 2,7 rimbalzi e tanta sostanza) e l’ex Senigallia Nicola Bastone (2,3 punti a partita). La batteria esterni, poi, fa davvero paura. In cabina di regia una coppia da serie A composta dall’ex Siena Simone Berti (7,2 punti, 3,7 punti e 2,7 assist a sera) e dall’ex Cremona Nicolò Cazzolato (4,4 punti e 3,4 rimbalzi ad allacciata di scarpe). Tra guardia e ala invece ondeggiano i due ex Montegranaro Alessandro Panni (ex Supernova, 11,1 punti, 3,1 rimbalzi e 3,9 assist a gara) e Dimitri Lauwers (già alla Sutor, 6,1 punti col 37% da 3) e i due acciaccati Marco Planezio, reduce da un infortunio alla spalla (7,9 punti e 5,8 rimbalzi) e Tommaso Milani, alle prese con dei problemi muscolari (5,6 punti e 2,6 assist a partita).

La grande sfida sta caricando anche l’ambiente veregrense: polverizzati gli 80 posti in pullman messi a disposizione dalla società, moltissimi si muoveranno in direzione Montecatini autonomamente. Ricordiamo che la biglietteria al PalaTerme sarà aperta domani a partire dalle ore 16.

Per chi invece non potrà seguire la partita dal vivo ci sono due possibilità: la diretta tv in chiaro garantita dall’emittente Fermo TV (canale 211 del digitale terrestre) o quella streaming ad abbonamento sulla piattaforma LNP TV Pass (https://tvpass.legapallacanestro.com/?lang=it). 

 
Il tifo gialloblu carica Ronny Bigioni: orgogliosi di questa Poderosa
Scritto da Marco Pagliariccio   

Image 

Tre giorni ancora e saranno Final Four. Sale l’attesa in casa XL EXTRALIGHT® per lo spareggio di sabato pomeriggio (ore 18, PalaTerme, Montecatini Terme) contro la Co.Mark Bergamo nel quale i gialloblu si giocheranno la prima chance di promozione in serie A2.

Mentre la squadra affila le armi, è l’amministratore delegato Ronny Bigioni a suonare la carica.

Secondo anno di fila alle Final Four, non ci era riuscito mai nessuno prima. Che effetto fa?

È un grande successo, segno che abbiamo lavorato bene. Per questo ringrazio tutti coloro che hanno dato anche solo una piccola mano per far sì che fra qualche giorno saremo di nuovo nelle condizioni di giocarci uno straordinario risultato. E non era per niente scontato riuscirci per due anni di fila, farlo stando in vetta praticamente dall’inizio alla fine e con tutta la pressione addosso. È come se avessimo vinto per due volte di fila il campionato. Il regolamento, però, fa sì che ciò non basti per essere promossi. Dovremo essere più bravi anche di questo, ma senza dimenticare che abbiamo comunque disputato una grandissima stagione.

Ben 35 vittorie e solo 6 sconfitte in gare ufficiali. Un bottino incredibile, ma ne serve ancora di vittoria. Magari già sabato contro Bergamo.

In regular season siamo stati la squadra che raccolto più vittorie nell’intera serie B, nei playoff solo Orzinuovi ha fatto meglio non perdendone nemmeno una. Per cui direi che il nostro valore lo abbiamo dimostrato. E non ne farei un discorso di livello diverso tra i vari gironi: delle quattro squadre arrivate a Montecatini, tre erano in semifinale in Coppa Italia e la quarta, Bergamo, l’abbiamo eliminata noi. Vuol dire che alle Final Four non ci sono cenerentole: queste sono davvero le migliori quattro d’Italia. Adesso ce la giochiamo, visto che purtroppo ne passano solo tre.

Anche se roster e squadra sono molto diversi dall’anno scorso, i fantasmi della beffa di 12 mesi fa aleggiano ancora…

Non pensiamo a quello che è stato ma a quello che sarà. Sono molto fiducioso perché abbiamo dimostrato di potercela giocare con chiunque, l’abbiamo visto in Coppa Italia dove Bergamo l’abbiamo battuta e contro Orzinuovi abbiamo perso solo all’ultimo tiro. Siamo consapevoli di avere un gruppo di giocatori che di queste partite ne ha giocate e vinte tante. Vedo la carica e la concentrazione giusta negli occhi di tutti. Tutta la squadra ha valori tecnici e morali incredibili. Faccio solo un esempio, ma sarebbe valso per chiunque altro: quello di Eugenio Rivali in gara 4 a Pescara, la sua voglia di contribuire e dare una mano ai compagni anche non essendo al massimo è stato encomiabile.

Con le partite da dentro o fuori è tornato anche un buon pubblico al seguito della squadra.

Mi ha fatto davvero piacere che in 200 ci abbiano seguito a Pescara e Campli e questa onda lunga si sta propagando ancora, perché abbiamo già praticamente completato il primo pullman che mettiamo a disposizione dei tifosi per la partita di sabato e ne faremo sicuramente un altro. Inoltre in molti raggiungeranno Montecatini con mezzi propri per fermarsi l’intero fine settimana. Dopo gara 3 di Campli squadra, staff, società e un gruppo di sostenitori si sono ritrovati a cena tutti insieme, un altro gruppo di tifosi ha accolto la squadra a tarda notte al rientro a Montegranaro. Questo ci riempie di orgoglio, si è risvegliato l’amore veregrense per il basket e ne siamo felicissimi.

Tutti concentrati sulle Final Four, ma lo sguardo è naturalmente rivolto anche oltre.

Non ci pensiamo ora, lo faremo da lunedì, consci del fatto che abbiamo una struttura societaria pronta sia in caso di promozione in serie A2 che di permanenza in serie B.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 21 - 24 di 952