Home
Com'è andata sugli altri campi - Finals Edition
Scritto da Marco Pagliariccio   

Image

Co.Mark Bergamo, Agribertocchi Orzinuovi, Generazione Vincente Napoli, XL EXTRALIGHT® Montegranaro. Sono queste le fantastiche quattro che si contenderanno le tre promozioni in palio nelle Final Four in programma nel weekend del 10 e 11 giugno al PalaTerme di Montecatini. A sorpresa, tutte le quattro serie di finale, infatti, si sono chiuse ieri sera con le squadre già avanti sul 2-0 capaci di completare l’opera in trasferta.

Partiamo dal Tabellone A, quello che interessa più da vicino la Poderosa avendo espresso la squadra che contenderà ai gialloblu la prima chance di promozione in A2. Si tratta di Bergamo, già battuta dai gialloblu nei quarti di finale di Coppa Italia e che chiude sul 3-0 una serie ben più tirata di quanto non dica il risultato (tutte le tre partite sono terminate con uno scarto inferiore ai 4 punti) contro la Baltur Cento. Onore al merito agli orobici, capaci di sopperire agli infortuni di Mario Ghersetti e Marco Planezio e di beffare in volata gli emiliani per 68-70 col canestro a fil di sirena di Nicolò Cazzolato. Buone prove per due volti noti a Montegranaro: l’ex Sutor Dimitri Lauwers ha chiuso gara 3 con 9 punti in 26’, l’ex Supernova Alessandro Panni con 8 punti, 3 rimbalzi e 3 assist in 33’. In casa Cento, poco spazio per Luca Bedetti, fratello maggiore del nostro Francesco: solo 2 punti in 10’.

Nel Tabellone B, più netto il successo di Orzinuovi contro la Paffoni Omegna nel terzo atto della serie. I padroni di casa finiscono presto sotto ma recuperano con orgoglio nel finale, senza però riuscire davvero a mettere paura alla formazione lombarda, che ha grandi cose da due ex Sutor come Rodolfo Valenti (11 punti e 9 rimbalzi in 30’) e Giorgio Piunti (11 punti in 27’). Il punteggio al 40’ dice 67-74 e biglietto per le Final Four per il team milanese.

Orzinuovi a Montecatini incrocerà le armi con Napoli nella rivincita della finale di Coppa Italia. La Generazione Vincente, infatti, l’ha scampata al supplementare in gara 3 contro la Citysightseeing Palestrina dopo essere finita sotto anche di 19 in avvio di secondo periodo. I partenopei impattano nel finale con Stefan Nikolic, poi nell’overtime prendono il largo fino al 79-83 finale. Esce di scena, quindi, anche l’ultimo ex Poderosa ancora in campo: il buon apporto di Davide Serino (7 punti e 8 rimbalzi in 23’) non è bastato ai laziali per portare la serie almeno a gara 4.

 
La XL EXTRALIGHT® sbanca Campli e vola alle Final Four
Scritto da Marco Pagliariccio   

Image 

Ancora una. 12 mesi dopo la beffa della passata stagione, la XL EXTRALIGHT® torna alle Final Four di Montecatini a giocarsi la promozione in serie A2 grazie alla vittoria centrata in quel di Campli. Con determinazione e lucidità, infatti, i gialloblu hanno piegato anche a gara 3 una Globo Infoservice che, come in gara 2, ha comunque venduto cara la pelle. Non inganni il punteggio, infatti: la partita è stata tutta da combattere per Broglia e compagni, che hanno sì tenuto sempre il naso avanti ma senza mai riuscire a spegnere davvero gli ardori della formazione di casa prima dei secondi finali.

La Poderosa prende in mano la gara sin dai primi minuti, ma nella bolgia del PalaBorgognoni è solo con l’ingresso di Rizzitiello che i gialloblu provano a dare la prima spallata: le triple dell’ala jesina (14 punti con quattro canestri da 3 all’intervallo) spingono i veregrensi sul +8 (10-18 al 9’), ma Campli trova energie insperate dalla panchina dal giovanissimo Norbedo. Il playmaker di scorta biancorosso infila 9 punti in un amen e i farnesi riescono così a tenere la scia della XL EXTRALIGHT®, che pure all’intervallo lungo va sul massimo vantaggio della prima metà di gara (30-39). La ripresa ha lo stesso canovaccio, con i biancorossi a ribattere colpo su colpo a una Poderosa sospinta da un Dip che azzanna alla giugulare il quintetto leggero dei biancorossi. Campli dà tutto in avvio di ultimo periodo, ritornando fino al -1 (59-60 a 7’ dalla fine con tripla di Serafini), ma la benzina, come nelle altre gare della serie, pian piano finisce lasciando strada alla fuga gialloblu verso Montecatini. Sono una tripla di Gueye e un canestro di Rivali a chiudere i conti, rilanciando la Poderosa di nuovo oltre la doppia cifra di vantaggio e facendo impazzire di gioia i 150 tifosi veregrensi scesi in terra abruzzese.

Ora una settimana piena divide dalle Final Four i ragazzi di coach Ceccarelli, che a Montecatini si giocheranno la prima chance sabato 10 giugno (orario da stabilire) contro la Co.Mark Bergamo, mentre nell’altra finale la sfida sarà tra Agribertocchi Orzinuovi e Generazione Vincente Napoli. Le due perdenti si contenderanno poi domenica 11 giugno l’ultima promozione ancora in ballo. Rivincita dei quarti di finale di Coppa Italia l’una, rivincita della finale l’altra. Ma guai a pensare che allora sia tutto già scritto: questa è tutta un’altra storia.

Queste le parole di coach Ceccarelli a fine partita: “Siamo contentissimi per questo secondo traguardo raggiunto, che arriva dopo quello della partecipazione alla Coppa Italia. Il problema è che non ci basta. Abbiamo vinto otto partite su nove nei playoff, 26 su 30 in regular season con il miglior record dell’intera serie B e non è ancora abbastanza. Ringrazio i tantissimi tifosi che ci hanno seguito, ringrazio la famiglia Bigioni che ci ha messo nelle migliori condizioni per poter centrare questi obiettivi e poi voglio ringraziare uno per uno tutti i ragazzi, ognuno ci ha messo qualcosa di suo nella partita di oggi. Dip e Rizzitiello sono stati determinanti oggi, ma anche Di Viccaro ha messo due triple importanti in momenti delicati della partita, Bedetti ha avuto il coraggio di segnare una bomba importante dopo averne sbagliata qualcuna, Broglia ha avuto una continuità di rendimento ad alto livello durante l’anno impressionante, la sapienza di Rivali ce la invidiano tutti, Paesano oggi ci ha dato atletismo e rimbalzi seppur in pochi minuti, Gueye ha infilato la tripla fondamentale del +9 nel finale e infine Diomede l’ho dovuto spremere per ovviare agli infortuni altrui e ha risposto sempre presente. Grazie anche agli altri giovani che completano il roster e ci aiutano a prepararci al meglio ma grazie anche a tutto lo staff: dal mio vice Formato che mi sta accanto dal 18 agosto supportandomi su ogni richiesta, passando per Rocchetti, che si è aggiunto in corsa ma è una risorsa importante per noi, e arrivando a Nardoni e Sciarroni Marconi, il cui merito è quello di aver portato la squadra sana ed in forma a questo punto della stagione. E poi un grazie a Perticarini, insostituibile supporto sul fronte organizzativo, e ad Alessandro Bolognesi, che questa squadra l’ha allestita e cui il campo ha dato ragione per le scelte fatte. Ora ci prendiamo un paio di giorni di meritato riposo ma con la coscienza di non aver fatto davvero niente. Il regolamento ci impone di vincere un’altra partita e ci presenteremo a Montecatini nelle migliori condizioni per farlo. Ci aspetta Bergamo, che sarà arrabbiata e ferita per come li avevamo sconfitti in Coppa Italia e che ha una squadra di altissimo livello. Avranno voglia di vincere come noi ma siamo pronti alla battaglia.

 

GLOBO INFOSERVICE CAMPLI-XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO 63-75

CAMPLI: Norbedo 9, Bottioni 15, Serafini 9, Salafia, Stucchi, D’Arrigo 2, Petrazzuoli 12, Ponziani 6, Petrucci, Duranti 10. All.: Millina.

MONTEGRANARO: Dip 14, Paesano 3, Rivali 8, Bedetti 3, Broglia 14, Callara, Di Viccaro 6, Rizzitiello 18, Gueye 6, Diomede 3. All.: Ceccarelli.

ARBITRI: Gonella e Puccini.

PARZIALI: 13-18, 17-21, 21-20, 12-16.

 
Il punto sulle finali dopo le prime due gare delle serie
Scritto da Marco Pagliariccio   

Image 

Il fattore campo conta eccome. Otto partite, otto vittorie delle squadre di casa dopo gara 1 e 2 delle finali dei quattro tabelloni del campionato di serie B. Come la XL EXTRALIGHT®, anche Co.Mark Bergamo, Agribertocchi Orzinuovi e Generazione Vincente Napoli sono ad un passo dalle Final Four di Montecatini, dopo aver chiuso sul 2-0 la prime due partite delle rispettive serie.

Nel Tabellone A, soffre e non poco Bergamo, che pur priva di due pezzi da novanta come Mario Ghersetti e Tommaso Milani, piega due volte in volata la Baltur Cento. In entrambe le gare, sia il 51-47 di gara 1 che il 63-61 di gara 2, protagonista l’ex Montegranaro (sponda Supernova) Alessandro Panni, top scorer di tutte e due le sfide rispettivamente con 14 e 20 punti. Meno brillante un altro volto noto a Montegranaro come l’ex Sutor Dimitri Lauwers: 8 punti in gara 1, addirittura 0 in gara 2. In maglia Cento, ha inciso poco invece il fratellone del nostro Francesco Bedetti, Luca: 3 punti e 4 rimbalzi nella prima sfida della serie, 4 punti nella seconda. Ricordiamo che la vincente di questa serie incontrerà a Montecatini la vincente di Montegranaro-Campli.

Nel Tabellone B, non facile ma comunque senza grossi patemi i due successi interni di Orzinuovi sulla Paffoni Omegna: 72-62 in gara 1, 67-59 in gara 2. Mvp della serie finora probabilmente l’ex sutorino Rudy Valenti, autore di 14 punti e 9 rimbalzi domenica e di 17 punti e 8 rimbalzi nel match di ieri. Bene anche un altro ex Sutor come Giorgio Piunti, che ha timbrato 8 punti e 5 rimbalzi in gara 1 e 3 punti e 4 rimbalzi in gara 2.

Nel Tabellone C, due vittorie interne uscendo fuori alla distanza per Napoli, che piega la Citysightseeing Palestrina per 73-56 in gara 1 e per 65-58 in gara 2, curiosamente lo stesso identico risultato della gara 2 tra Poderosa e Campli. Luci ed ombre finora nella serie con in campo l’unico ex Poderosa ancora in corsa: Davide Serino ha faticato nel primo match della serie (2 punti e 6 rimbalzi) ma ieri sera è stato ben più incisivo, sfoderando una prova da 13 punti e 6 rimbalzi.

Tutte le gare 3, a campi invertiti, sono previste per la giornata di venerdì.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 25 - 28 di 952